OPEN eventi mensili

Com’è noto la Fondazione ha avuto l’ottima idea di anticipare in parte la propria attività, partendo già un anno prima del 2019. Questo dovrebbe servire per rodare i meccanismi, e per provare a recuperare un po’ di entusiasmo in una comunità delusa dai mancati investimenti in infrastrutture e ormai scollata dagli obiettivi ancora raggiungibili di Matera 2019 (primi fra tutti: rendere viva e desiderabile la città, aumentare i flussi turistici, organizzare un efficace calendario di eventi).

Tuttavia si deve registrare l’estrema difficoltà di una iniziativa del genere: se fai bianco ti dicono nero, se fai nero era meglio bianco; se usi l’inglese non si capisce, se usi il dialetto sei provinciale; se fai eventi innovativi non ti seguono, se recuperi la tradizione sei banale; se spendi 100 sei uno scialacquone, se spendi uno sei un tirchio e non investi abbastanza.

Questo indurrebbe (o sta inducendo?) molti a fare un passo indietro. Io invece sostengo che occorra fare un passo in avanti.

Per l’evento del 19 aprile prossimo, immagino già tracciato ma non ancora definito, propongo alla Fondazione e alla Community/comunitàtutta, di OPEN partecipare all’organizzazione dell’evento.

Un OPEN PROJECTING dell’OPEN FUTURE!

Visti i tempi ristretti eventualmente si può traslare per l’evento di maggio, dove l’esperimento dell’Open Projecting è esso stesso in parte l’evento (verificando il motto: non è forse l’attesa dell’evento, esso stesso l’evento? :smiley: ).

In ogni caso la mia proposta è:

  1. farci consegnare dalla Fondazione la traccia del progetto per il prossimo evento mensile del 19;
  2. farci stabilire un budget massimo per le iniziative;
  3. organizzare 2/3 incontri aperti per ideare le iniziative da portare a termine (sempre osservando l’assunto del “chi propone, fa”), o da aggiungere a quelle già eventualmente pianificate.
  4. organizzare un ristretto gruppo operativo per seguire le iniziative (formato da chi ha proposto le iniziative selezionate e dai volontari/esperti disponibili).

So che è dura e complicato, ma con l’aiuto di tutti e con l’assistenza dei professionisti della Fondazione, potrebbe essere possibile.

E magari, chissà, diventare pure un modello positivo e distintivo, col passare del tempo.

Che ne pensate? Ma, soprattutto, cosa ne pensa la Fondazione?

:slight_smile:

P.S.: aggiungo che naturalmente questa piattaforma coadiuva la progettazione per chi fisicamente non può seguire i lavori, e che in ogni caso non ci si propone di sostituirsi alla Fondazione ma di allargare la partecipazione e condividerne obiettivi e fatiche.

5 Likes

… quindi, cerca di fare quello che ti sembra più logico ed efficace, senza dare troppo retta ai brontolii su Facebook :slight_smile:

Però non ho capito:

  • cosa vuol dire “la traccia del progetto”
  • cosa sono “le iniziative”

?

Per ogni 19 la Fondazione individua un tema da sviluppare. L’ultimo era la community (presentata e poi metaforicamente riunita intorno ai falò di San Giuseppe), a febbraio erano i volontari (doveva essere una festa nelle intenzioni).

Quel tema deve essere sviluppato con iniziative ed eventi coerenti (i falò, la festa al palazzetto), con tutti i collaterali annessi e connessi. E’ qui che propongo di allargare la partecipazione, per uscire dalla retorica fastidiosa ma diffusa dell’elite che fa e del pubblico che fischia o più raramente applaude dagli spalti…

2 Likes

Capito.

Ottima idea, allora. Sono d’accordissimo! @Leone

2 Likes

Ah per me é una idea fantastica.
Cosí forse se TUTTI si misurano con le difficoltá oggettive di progettare e realizzare qualcosa ci ritroviamo su un terreno comune con un linguaggio comune sul quale costruire.
In effetti Aprile mi pare un po’ troppo ravvicinato, 19 Maggio mi pare ragionevole.
Naturalmente occorre un placet dai manager della Fondazione (ed é probabilmente il passo piú complicato). Mi adopero perché si esprimano :slight_smile:

2 Likes

Ci sto. @ninocarella come pensi di poter procedere?

Come ha già ben pianificato Ida, serve il placet della Fondazione. Mi offro di incontrare i responsabili (chi sono?) per organizzare operativamente le attività.

Ottenuto l’ok (fermo restando che la Fondazione può, se lo ritiene - ma secondo me almeno in questa fase sperimentale deve - organizzare un evento principale, occupandoci noi di qualche iniziativa collaterale) apriamo qui in thread dedicato per iniziare a confrontarci e stabiliamo un giorno per incontrarci fisicamente (portando le istanze emerse virtualmente).

Le proposte saranno poi valutate e approvate (da noi, o ancora meglio da noi e dalla Fondazione insieme).

A quel punto si lavora per realizzarle e pubblicizzarle. Difficile stabilire cosa esattamente accadrà, perché si naviga un po’ in mare aperto e verso lidi potenzialmente sconosciuti :slight_smile:

Ti confermo che in questa forma (eventi collaterali che in qualche modo “promuovono e sostengono” quello principale) é una forma realizzabile di collaborazione. Sto lavorando per noi :slight_smile:

2 Likes

che ne dici di martedí? ti faccio sapere asap ora e luogo

Martedi è ottimo per me

Sono a disposizione per dare una mano

1 Like

beh vi siete incontrati? come è andata?

Secondo me molto bene. Ma lascio la parola a Nino perchè come sai “chi propone fa, e detta i tempi” :slight_smile:

1 Like

Carissimi, alla Fondazione la proposta é piaciuta molto, ed è disponibile a sperimentare nuove modalità di coinvolgimento o come l’ho chiamato, un po’ provocatoriamente, di open projecting, già dal prossimo aprile. Stanno mettendo a punto i temi conduttori di tutti i prossimi appuntamenti mensili, che sono già piuttosto definiti, direi quindi che appena li comunicano ufficialmente cominciamo a lavorarci su, magari aprendo un 3d apposito (o continuiamo su questo?). Poi sarà necessario vederci fisicamente, probabilmente subito dopo Pasqua e cominciare a lavorarci insieme.

Insomma chiunque ha idee e voglia di fare e partecipare, cominci a scaldare i motori, che tra poco si parte! :slight_smile:

1 Like

@ninocarella congratulazioni!

Suggerisco di aprire un thread più operativo. Questo è già a 15 messaggi, e tra un po’ diventerà difficile orientarsi.

2 Likes

AGGIORNAMENTO.

Come avrete visto, è uscito oggi il calendario finale e definitivo degli eventi mensili di “preparazione” al 2019.

Raccogliendo una richiesta di maggiore apertura e coinvolgimento diffusa tra operatori economici culturali e cittadini, ho proposto qualche settimana fa sulla piattaforma della “Community” che alcuni di questi eventi ospitassero iniziative o semplici suggerimenti “dal basso”. La Fondazione ha accolto la sfida, spronandoci a metterci in gioco già per gli eventi di aprile, che si svolgeranno in città dal 21 al 23, partendo il 19 da Tricarico per onorare il 95° anniversario della nascita di Rocco Scotellaro.

Il tempo è poco ma ci mettiamo subito in marcia, quindi chi ha voglia di collaborare e di proporre per lasciare anche la sua impronta (fisica, oltre che digitale) sulla Matera 2019 che verrà, può raggiungerci domani alle 19 al Casino Padula (Rione Agna).

Come anticipato dal comunicato stampa il tema del mese sarà inerente i libri e la lettura (il 23 aprile 3 la festa del libro).
Vi aspettiamo!

Appuntamento quindi giovedi 5 aprile alle 19, casino Padula.

P.S. adesso apro un altro thread per l’evento di aprile, se avete proposte, osservazioni e suggerimenti e non potete essere presenti domani, scrivete là! :wink:

2 Likes

farò di tutto per esserci il 5 alle 19.

1 Like

Ottime iniziative! Ho letto tutto solo qualche ora dopo vostro incontro, quindi l’ho perso… Dove posso seguire il resto?! L’altro thread che dicevi?!

@Elena :slight_smile: il post é questo: Eventi Aprile 2018: festa del libro e della lettura