Eventi Aprile 2018: festa del libro e della lettura

Come anticipato nel Thread OPEN eventi mensili, qui discutiamo di proposte, suggerimenti, osservazioni riguardanti la realizzazione di iniziative legate all’evento mensile di Aprile, secondo le linee guida pubblicate oggi dalla Fondazione. Sarà inoltre mia cura riassumere le conclusioni della riunione di domani per chi non potrà esserci e aggiornarvi.

Buona serata!

5 Likes

Si è tenuto ieri a Casino Padula un incontro aperto richiesto dalla Community e sollecitato dal sottoscritto per condividere problemi e opportunità di Matera2019 e soprattutto proporre iniziative per il 22 aprile prossimo, in occasione della giornata mondiale del libro che a Matera e provincia verrà celebrato dalla Fondazione con eventi dedicati, già a partire dal 19 e fino al 23.

Elenco senza riferimenti ai nomi (ma li tengo registrati, che in caso di concreta realizzazione si sarà chiamati a organizzare attivamente!) le proposte emerse per questa giornata:

  1. Stimolare con l’occasione una raccolta di libri usati da mettere a disposizione della comunità in luoghi prefissati (parchi, esercizi commerciali) con la tecnica del book crossing (prendi un libro se ne lasci un altro)
  2. cogliere l’occasione della giornata del libro e della lettura per valorizzare il nostro patrimonio culturale, sconosciuto spesso agli stessi abitanti, scegliendo ad esempio 2/3 luoghi (una chiesa rupestre, un Museo) aperto gratuitamente per l’intera giornata, in cui ideare una serie di iniziative che abbiano la lettura come protagonista. Tra queste sono state proposte: alcuni nonni che leggono fiabe ai bambini; una maratona di lettura; una suggestiva lettura notturna; organizzare laboratori di arti visive per i bambini utilizzando i libri; chiamare un nome conosciuto del cinema o del teatro a leggere passi di libri da individuare.
  3. In alternativa ai luoghi storici, nell’ottica di coinvolgere le periferie, portare le iniziative di lettura nei quartieri storici di Matera (San Giacomo, Bottiglione, Agna, Serra Venerdì).
  4. In alternativa o in aggiunta, organizzare queste iniziative in luoghi speciali della comunità: nella casa di riposo Brancaccio, in ospedale, in una piazza pubblica, alcuni selezionati esercizi commerciali, o direttamente in casa di volontari che si offriranno di aprire le porte delle loro dimore alla comunità.
  5. Indire un flash-mob per un silent book (ci troviamo tutti nello stesso posto e nello stesso momento a leggere un libro, in silenzio)

Sono altresì emerse esigenze più generali, o riferite ai 19 di altri mesi, come:

  • provare a coinvolgere maggiormente il pubblico giovanile, puntando a iniziative che contemplino le arti visive, o la musica elettronica;
  • non trascurare in occasione di questi eventi mensili la portata culturale della fotografia;
  • proporre alle istituzioni (Comune, Polo Museale) e a privati, in occasione dei 19 di ogni mese, di offrire gratuitamente l’ingresso ai luoghi della cultura materani;
  • sfruttare maggiormente canali di comunicazione di più immediata presa presso il pubblico, come pagine dedicate agli eventi di mt2019 sui giornali (in realtà è emerso che questo è già previsto per il 2019 sui maggiori quotidiani locali e nazionali) o discipline popolari come il calcio e lo sport
  • produrre una brochure periodica che riassuma gli eventi e permetta al pubblico di informarsi e orientarsi
  • pensare di noleggiare dei potenti proiettori per proiettare in luoghi selezionati (murgia, o facciate di palazzi importanti) immagini della storia materana (come le imprese della PVF o della Matera Calcio in serie B)
  • Organizzare in occasione di una delle giornate mensili del 2018, mostre o esibizioni di artisti internazionali (es: Marco Lodola o Mario Merz a dicembre in occasione dell’evento Lumen)

Ringrazio tutti i partecipanti e quanti mi hanno scritto di non essere potuti intervenire ma di seguire con estremo interesse questa iniziativa; l’obiettivo non è certo sostituirsi alla Fondazione ma essere disponibili ad affiancarla e allargarne prospettiva e raggio di azione nel dichiarato tentativo di coinvolgere sempre di più la città nel percorso verso il 2019, che può ancora rappresentare un’occasione di rinascita e di presa di coscienza delle grandi potenzialità ancora inespresse della nostra città. Aiuto libero, spontaneo e disinteressato ancora più utile considerando che tante associazioni e imprese culturali del territorio sono totalmente impegnate nella complicata, difficile e onerosa costruzione del calendario di eventi 2019, che conterà più di 100 diverse iniziative sul territorio.

Scrivete sotto il vostro commento, o la vostra proposta, la prossima settimana (lunedi?) ci si rivede per mettere in pratica le iniziative che la Fondazione riterrà utili a celebrare il libro e la cultura in città, e magari provare già a tirar fuori idee per il prossimo mese, che celebrerà il TEATRO.

<3

2 Likes

Bene.
Ora arriva la parte difficile: trovare chi lavora alla realizzazione di almeno uno o due di queste belle idee :slightly_smiling_face:
Da dove cominciamo?

intanto io propongo:

  1. coinvolgere Unitep, parenti e nonni per fare un call veloce di volontari. Max 10
  2. faccio un form in cui si registrano le adesioni a fare il “lettore” e faccio una mappa
  3. pensavo a 5 eventi (1 per quartiere circa) la mattina in modo da coinvolgere i bambini amici e amici di amici. si potrebbe proprio fare all’aperto o in luogo comune oppure a casa dell’anziano volontario
  4. il pomeriggio fare altre 5 location nel centro storico, di cui almeno 1-2 che siano luoghi della cultura come ha proposto @Nico_Andrisani . anche qui il format è lo stesso ma il tema della lettura può non essere Nonni-Bambini con Favole-Racconti ma anche testi letterari classici etc. Decide anche qui il “lettore” volontario. Ma facciamo le location a tema: che ne so la chiesetta di Palazzo Lanfranchi letture delle Poesie di Pascoli, etc

che ne pensate?

@FondazioneLeonardoSinisgalli

@lalettricevisavis Chiara Trevisan :wink:

Scusate il ritardo ma questo we sono pieno di lavoro :smiley:

Direi che la road map di Piersoft è quella giusta, solo io propenderei per un numero più contenuto di iniziative visto il poco tempo a disposizione.

Visto l’intervento su facebook del book-crossing possiamo anche facilmente integrare l’iniziativa dell’associazione allopera, con modalità da studiare (mapping, promozione, invito alla consegna ecc).

Propenderei comunque per un incontro operativo (ma sempre rigorosamente OPEN) per dividerci i compiti con chi ci sta. Magari al Burbaca di @Nico_Andrisani come da lui offerto. Per esempio lunedi come siete messi? Poi mart e merc sono a Roma (ciò non osta al mandare avanti le cose, però io non ci sono!).

Come referente di Allopera, posso dire che saremmo contenti di ricevere aiuto e supporto dalla comunità! Facciamo diventare il librovisore il simbolo del bc a Matera, aiuterebbe a non confondere le idee.
Per quanto riguarda l’incontro, lunedì per me sarebbe un problema…

chiedo aiuto a @ninocarella o @Leone. se preparate un testo sintetico e circoscritto per l’evento del 22, apro il form google e lo inserisco e spammiamo intanto per avere le adesioni degli anziani e de bambini. nello stesso form mettiamo sia i lettori che uditori. se a casa o in piazza etc. e capiamo quanti sono. il passo successivo (dato che avranno inserito le email) e assegnare orario etc insomma qui organizziamo e facciamo da quartier generale. se vogliono possono ovviamente iscriversi alla community ma saranno sicuramente i parenti (figli e genitori rispettivamente) a rispondere alla call. quindi si potrebbero iscrivere questi ultimi.

Intanto mi porto il lavoro avanti: http://bit.do/giornatadellaletturapartecipata

Cosi mi dite cosa cambiare.

Vi comunico la mia disponibilità alla lettura di un racconto da me scritto nel lontano gennaio 2005.
Il racconto si chiama “U DI UPUPA” e narra delle modificazioni urbane viste da una “Upupa epops” in volo sopra Matera e nel Parco.
Il racconto è di 7 pagine e dura circa 20 minuti. Mi serve solo un posto “panoramico” dal quale si possa vedere la nuova Matera.
Ovviamente sono disponibile dopo la lettura a “ragionare” con gli ospiti.

1 Like

@piersoft ho visto il form, di base mi pare ottimo, unicamente prima di utilizzarlo proverei a inquadrare meglio le iniziative, così da chiedere solo le informazioni necessarie allo scopo (ad es. se individuiamo primariamente orari e luoghi è inutile chiedere di indicarli a chi si offre).
Direi che lunedi pom facciamo un veloce briefing con i proponenti l’iniziativa, così da partire spediti con i task necessari. Magari rinviamo a giovedi sera (burbaca?) Una riunione open con tutti per spiegare meglio i dettagli del 22 (purtroppo col tempo tiranno bisogna necessariamente correre e saltare qualche confronto). Con l’occasione (o in alternativa) possiamo pure invitare qualcuno della stampa a seguire i lavori, per dare ampiezza al messaggio che la comunità comincia a muoversi (e secondo me nella giusta direzione).

@pio la tua mi pare un’ottima proposta ma esce fuori da quanto indicato nella scorsa riunione in cui si era deciso di leggere testi classici e/o fiabe in luoghi simbolo di Matera (periferie, Brancaccio/ospedale, musei…). Tuttavia rimane valida e secondo me meglio inseribile negli eventi di maggio che celebrano il teatro, e trattandosi di un tuo inedito che ha come scenografia se ho ben intuito, la nostra città, potrebbe essere maggiormente azzeccato. Se ti va forse è opportuno che apri una scheda nuova in cui illustri meglio la proposta (il luogo adatto ad es. Dovresti indicarlo tu) e magari metti il testo a disposizione della community per apprezzarne il contenuto. E’ solo un mio suggerimento, ovviamente, sentiti libero di preseguire come meglio ritieni!

@ninocarella credo che il racconto di @pio sia proprio una favola per bambini …

Report riunione operativa.

Confrontandoci con la Fondazione abbiamo cercato di dare residenza a tutte le idee emerse nel corso dell’incontro di giovedì scorso. In particolare nei prossimi giorni la Fondazione lavorerà per

  • Richiedere come proposto dalla community alle Istituzioni responsabili l’apertura gratuita dei luoghi della cultura materana ogni 19 del mese (magari già a partire dal 22, per aprile)
  • potenziare e riavviare l’iniziativa di book crossing già attivata dall’associazione Allopera
  • Per la giornata del 22 organizzare tre momenti (mattina, pomeriggio e sera) in tre diversi luoghi della città (una piazza, una comunità, un luogo della cultura o un esercizio commerciale partner) in cui far interagire le persone utilizzando il libro come medium. Sono un po’ generico perchè nei prossimi giorni occorrerà fare un po’ di telefonate e verificare alcune cose, ma si tratta di happening di artisti di strada e letture pubbliche…

Il programma definitivo verrà comunicato con i consueti canali social, confidando nella partecipazione e condivisione della community (d’altra parte sono i nostri eventi!) e/o magari organizzando un incontro aperto/conferenza stampa alla fine di questa settimana o all’inizio della prossima, sfruttando l’occasione per raccogliere già idee sulle iniziative del 19 maggio che celebrerà il teatro, dandoci un po’ più di tempo per pensare a qualcosa di ancora più strutturato e coinvolgente. Naturalmente questo canale rimane valido mezzo di proposta e discussione per chi è impossibilitato ad essere sempre fisicamente presente.

Non so cosa ne pensate, a me questo modo di procedere intriga molto e mi auguro sia sempre più una modalità distintiva del procedere verso il 2019!

Ciao a Tutti, ho sentito @piersoft e Casa Netural con La Bibliomater è felice di partecipare con una lettura di una fiaba. Se il tempo è bello la lettura sarà all’aria aperta presso Il Giardino Riluce (spazio verde a dimensione di bambino rigenerato nel quartiere San Pardo). Se il tempo sarà brutto sarà dentro Casa Netural (sempre a San Pardo). A disposizione. Ok per comunicazione sui social, condivisioni e rilanci! Ciao

5 Likes

Affiancandomi a quello che dice Andrea Paoletti,da parte mia c’è la mia disponibilità a proporre e descrivere il mio progetto editoriale nato a Matera che si è concluso con la pubblicazione.

Progetto venuto alla luce a Matera, dove per una serie di coincidenze ha intrecciato Andrea Poletti, da Andrea a Mimmo Centonze, da Mimmo a Stefania sua moglie esperta di maketing, che ha creduto nella mia scrittura e nel progetto “Scatti in Grafia –Illustrazioni in poesia”. Poi infine abbiamo trovato un editore materano Elena Marotta che ci ha pubblicato.

L’opera ha coinvolto tutta l’Italia e Europa, infatti Artisti Italiani e Stranieri hanno rappresentato le mie poesie. Il risultato è il libro “La Befana Stralunata - scatti in grafia, illustrazioni in poesia” nato a Matera!!.

https://www.lafeltrinelli.it/libri/alessio-magistro/befana-stralunata/9788899980139

Sono a disposizione per raccontare ai ragazzi e al pubblico quanto la contaminazione culturale ed emotiva di Matera, abbia creato un esperienza positiva.

Se cortesemente mi si puo’ lasciare un numero telefonico della persona o delle persone che sono in carico nell’organizzazione, così posso contattarle e capire quale è la strategia e quanto la mia storia editoriale puo’ inserirsi in questo evento.

Dopo un primo colloquio telefonico, l’optium sarebbe un incontro B2B con chi è in capo nella programmazione dell’evento.

Per qualsiasi info in merito sono a disposizione e mi si puo’ contattare telefonicamente o whatsapp

Saluti
Ing. Alessio Magistro
328.67.29.958

Ho mandato le mail, aspettiamo risposta. Se non arrivano vado di telefono.

Oggi alle 18:30 (ho perso l’appuntamento di ieri, e veronica è tassativa: o 18:30 o niente) richiamo Allopera e vediamo come possiamo combinare

Ho parlato con Chiara Trevisan, lei potrebbe esserci. Per alleggerire il suo viaggio, sarebbe utile - ed è un tipico esercizio da community - procurarsi una bici con carrello attaccato, e i libri che lei ci indicherà. Per la bici ho avuto l’indicazione di Paolo Papapietro di CRiuso. L’ho contattato, attendo risposta. Avete altre indicazioni?

4 Likes

Scusate torno attivo solo oggi dopo due giorni di trasferta. Direi che la cosa sta prendendo forma, sono solo un po’ in ansia per le risposte delle autorità culturali, on vorrei tardassero. Occorrerebbe un luogo simbolo per la lettura serale, e stabilire la modalità. Devo ammettere che speravo in un evento un po’ più pop, venendo la proposta dal basso, ma d’altronde il tema proposto dalla Fondazione non lascia molto spazio. Magari a maggio col teatro andrà meglio. Se riusciamo a definire tutto per domenica, sarebbe possibile vedersi lunedì? Anche per cominciare a parlare delle proposte per maggio, e magari preparare un comunicato stampa (sempre della community) per spiegare quanto stiamo facendo, cosa e in programma e provare a coinvolgere sempre più cittadini.

A proposito delal possibile apertura gratuita dei luoghi di cultura di Matera, ho aperto una interlocuzione con chi gestisce MUSMA e Casa di Ortega.
la risposta è stata la seguente:

Gent.le Ida, la ringraziamo per l’interesse mostrato per il MUSMA e per la Casa di Ortega. Come lei ha giustamente scritto si tratta di due istituzioni private, sarebbe quindi possibile aprirle gratuitamente solo in caso di un rimborso spese, da valutare in base alla media dei normali ingressi di questo periodo dell’anno.

Mi interessa conoscere il parere della community. Procediamo?

@Nico_Andrisani @piersoft @RivadeiGinepri @Simone_Dimita @mtcascino @Monica_Palumbo

Beh dico la mia. Sono soldi pubblici. Se lo spirito è fare cose dal basso perchè agevolare una cooperativa privata piuttosto che un’altra?
Una via di mezzo sarebbe stilare l’elenco delle strutture private e fare in modo che nell’anno siano coinvolte tutte.
Musma e Casa di Ortega sono state suggerite da @Nico_Andrisani. Sentiamo che dice lui.

1 Like