C-ammirando 2019


#1

Da post su Facebook:

“I have a dream.
Ho un sogno, nel 2019 chiudere per un giorno (ipoteticamente in bassa stagione per non complicare il lavoro delle strutture ricettive) il Rione Sassi a tutte le autovetture e mezzi di trasporto e dedicare tutto il nostro patrimonio ai turisti e alla popolazione Materana che sta (ri)-scoprendo tutta la bellezza del proprio territorio.
Che ne pensate può accadere tutto ciò?”

Questo sogno potrebbe essere replicato un giorno al mese per tutto il 2019 (come consigliava @ninocarella) e diventare un giorno di sensibilizzazione per cittadini (temporanei e non) e lavoratori nel Rione più bello del mondo.

Cosa ci servirebbe per attuare tutto ciò?

  1. un appoggio dalla parte del Comune (?!)
  2. un progetto di circolazione alternativa (Aumento Bus che passano nei Sassi)
  3. la massima comunicazione possibile

Chi mi aiuta?


#2

I miei colleghi mi prendono in giro perchè dicono che io misuro la qualità di un luogo dalla possibilità o meno di arrivarci in macchina e parcheggiare comodamente :smiley:
Nonostante ciò, è un bel progetto. Quando c’è stato il Capodanno RAI, a Potenza, per due giorni il centro storico è stato TOTALMENTE interdetto a qualunque passaggio e parcheggio: era abbagliante, il centro, per la sua bellezza, e dava prospettive del tutto inusuali.

Ti segnalo qualche piccola incongruenza:

  1. se lo fai in bassa stagione, i turisti saranno pochissimi (anche se molto fortunati)
  2. se chiusura al traffico deve essere, non devono passare manco i bus: io lo vedo proprio come un ritorno alle origini, a quando esistevano solo cavalli e muli.

Quindi quello che serve sono i punti 1. e 3.
E poi secondo me serve trovare un motivo, una occasione, un elemento giustificativo, anche perchè convincere gli albergatori non sarà affatto facile :slight_smile:


#3

Mi piace molto questa proposta. Ha il grande vantaggio di essere realizzabile immediatamente, a costi molto limitati, e di fornire informazione su quello che poi potrebbe succedere in futuro. La cosa piace? Chi usa la città quando cambiano le regole di accesso? Per fare cosa? Nessuno lo sa, finché non ci si prova. Magari ti trovi gente che fa parkour. Magari ti trovi quelli che giocano a scacchi per strada, come a Cuba.

@Leone ha ragione sul convincere gli albergatori, ma l’argomento “è solo una festa, un esperimento” è piuttosto forte.


#4

Idea assolutamente buona, nel suo piccolo credo che Legambiente Matera potrà dare il suo contributo.
Ha ragione Ida, niente bus ma solo PEDIBUS per un giorno; avvisare prima tutte le attività commerciali (per le forniture) ed i tre ruote, che dalle 9.00 alle 24.00 le ruote non girano nei Sassi.
Provare cosa succede con gli ospiti che arrivano negli hotel …
Bella scommessa!
la mia auto fuoriiiii!


#5

Bravo zio @pio, ti aspettavo al varco!
Allora, @biagio.spa hai in mente una data? magari non vicinissima, così abbiamo il tempo di organizzarci? Il Comune ci creerà problemi?


#6

@Leone la mia idea era di farlo inizialmente in bassa stagione per cercare di “abituare” i residenti e gli albergatori a questo tipo di attività per poi lanciarla periodicamente.
C’è un risvolto positivo a questi eventi in bassa stagione, ed è appunto proprio quello di creare eventi per portare turisti anche nei periodi morti (lavoro nel turismo e so che questo è il pensiero di tutti gli operatori turistici), quindi creiamo anche l’opportunità/occasione :slight_smile:

Purtroppo bisogna pensare a tutti quelli con disabilità o problemi di deambulazione che non possono godersi quel giorno/ arrivare alla propria abitazione.
Il Bus quindi lo prevederei ogni 15 minuti per non creare troppi disservizi anche agli operatori turistici.

@alberto come puoi aiutarmi in questo progetto?
@pio grazie mando il prima possibile una mail a Legambiente Matera per chiedere il suo contributo.

La prima data Utile che avevo in mente è il 19 Ottobre (non so se abbiamo qualcosa in programma per quella data come evento di avvicinamento al 2019).

Sarebbe stupendo rivedere ogni 19 del mese anche dopo il 2019 quest’attività!


#7

Ottima domanda. Facciamo così: tu cominci a scrivere una scheda di progetto spieghi la tua idea, così puoi cominciare a farlo circolare – a partire da Fondazione e Comune. Io mi impegno a leggerla con attenzione e a proporti eventuali modifiche per renderla più efficace. Ho una certa esperienza su queste cose. :slight_smile:

Altra ottima idea,


#8

va bene dare inizio al 19 ottobre, così ci sta il tempo giusto per metterla a punto.
Va bene anche il pollicino ogni 15’ aggratis x tutti; consentirei solo un mezzo elettrico per i non deambulanti.
Legambiente me la cucino io! ;-):stuck_out_tongue_winking_eye:


#9

Di cosa potreste aver bisogno?
Interlocuzioni col Comune per la chiusura?
Forse @biagio.spa e @pio ci serve una mappa dell’area che volete chiudere


#10

@pio Mitico!

@Leone sicuramente serviranno interlocuzioni col Comune per la chiusura (servirà un’approvazione o qualcosa di simile), come si presentano queste cose al Comune?

La mappa della chiusura del Rione Sassi fortunatamente è veramente semplice basta chiudere i varchi di Via B.Buozzi, Via D’addozio e Via Casalnuovo e il gioco è fatto!

Grazie mille @alberto scriverò la scheda progetto quanto prima!