#LOTE4

Ritratto di Nicola Bisceglia

TEMA: 

Questo non è un progetto dell'ultimo miglio, ma ci tenevo a far sapere alla community che i nostri alleati internazionale, gli edgeryders, si riuniranno a Matera dal 23 al 26 ottobre (e qualche giorno prima 21-22 organizzano qualche hackathon). Io frequento da un pò la loro community e devo dire che sono curiosissimo di conoscerli tutti di persona, per questo mi permetto di postare qui un articolo che ho pubblicato sul mio blog. Se volete condividerlo, trovate il link qui altrimenti leggete sotto. 

Living on the edge (LOTE) è una riunione che, annualmente, la community internazionale Edgeryders tiene in giro per l’Europa. Sono hackers, innovatori, makers, ragazzi e ragazze in gamba che semplicemente hanno deciso di ripensare a come affrontare la realtà, partendo dal presupposto che il sistema economico vigente non è il migliore possibile.

Il primo anno sono si sono riuniti a Strasburgo, il secondo a Bruxelles e nel 2013 a Matera, dove stava per germogliare uno dei loro progetti di innovazione sociale: unMonastery.

Tra poco meno di un mese si terrà la quarta conferenza atipica ed il palazzo del Casale, ormai noto come unMonastery, ospiterà anche questa edizione, #LOTE4, che sarà piena di laboratori e panel molto interessanti. E l’agenda, ovviamente, non è dettata dall’alto: si propone un argomento e si lavora su quello. Io, ad esempio, ho proposto un incontro per discutere di un tema che ci interessa molto da vicino come lucani: la gestione del petrolio.

E sono curioso di discuterne con ragazzi provenienti da realtà diverse dalla nostra, che hanno nei loro luoghi di origine problemi simili, se non speculari; e parlarne anche con policy makers come Fabrizio Barca o esperti di politiche pubbliche come Alberto Cottica, geologi dell’UniBas e chiunque abbia voglia di approfondire il tema, siete tutti invitati.

Ci sono molti altri argomenti che potrete consultare sulla pagina web dedicata e molti altri ne possono essere affrontati, perché l’agenda la fa chi partecipa, per cui ogni proposta che venga dal territorio è ben accetta.

La lingua principale degli incontri sarà l’inglese, ma la presenza di altri italiani e la totale disponibilità dei presenti a farsi comprendere, aiuterà anche chi non ha una padronanza ottimale della lingua.

Tuttavia, la community è assolutamente aperta e ci sono tante persone interessanti da conoscere sia online che, dal 23 al 26 ottobre, offline.

Per cui, se siete curiosi, iscrivetevi e navigatela, sono sicuro che troverete qualcosa che richiamerà la vostra attenzione.

Undefined

1 Commento

Ritratto di Ida Leone

Io vorrei - anche su richiesta di Alberto - presentare la Camminata per Matera 2019 come forma suprema di partecipazione dal basso ed animazione di una comunità :) Il frutto di anni di lavoro è un progetto che alla fine si è costruito quasi da solo. Quindi, funziona :) Comefaccio? dai un po' di istruzioni sulla partecipazione? e giacchè siamo in tema, ma se ti arrivano le imagini, il video sulla camminata lo fai tu, vero? :)