La narrazione della cultura ai tempi del web - BOZZA DI LINEE GUIDA

Ritratto di Ida Leone
WebTeam MT2019

TEMA: 

Ecco su cosa possiamo cominciare a lavorare in vista del 15-16 Aprile (di cosa si tratta?)

Saremo ambiziosi: abbiamo un un obiettivo macro a breve termine, che è FONDARE LA COMMUNITY ITALIA 2019. Abbiamo anche un obiettivo macro a medio-lungo termine, ancora più ambizioso: COSTRUIRE INSIEME UN NOVO MODO DI DIFFONDERE E COMUNICARE LA CULTURA IN ITALIA. Abbiamo anche, ovviamente, un obiettivo minimo, o micro: tornare a casa il 16 aprile pomeriggio con UNA BOZZA RAGIONATA DI "LINEE GUIDA" sulle quali continuare a lavorare.

Ciò premesso, vi posto qui di seguito un insieme ragionato di punti, sui quali vorrei discutessimo tutti insieme. La nostra idea è che il 16 Aprile mattina facciamo un tavolo per ogni tema, con un webact-thon :)

REGOLE per una discussione ordinata:
A. nelle vostre risposte, fate riferimento al numero del tema si cui intendete esprimere il vostri parere
B. il punto su cui discutere è quello in grassetto. In corsivo, invece, alcune idee di partenza, quasi tutte non a caso in forma di domanda, discusse fra me, Piero e Alberto. Potete non tenerne conto :)
C. potete aggiungere punti, se vi sembra che abbiamo dimenticato qualcosa.

1. Su quali temi ci impegniamo tutti insieme?
Scelta dei temi sui quali il gruppo di lavoro si impegna a lavorare, dopo che uno o un gruppo hanno dato l'input. Vale la pena definirli? Dovranno essere "progetti culturali" (e qui si apre l'annosa questione di cosa vuol dire "cultura") Ci aggiungiamo il digitale? Progetti culturali digitali?

2. Come funziona la catena di comunicazione?
Dovremmo mettere a punto un sistema ordinato di input -> output. Esempio:

  • Usiamo, come è accaduto per il webteam, una mailing list? Rischiamo di impazzire? O utilizziamo un nostro spazio di altri genere (google docs? Un sito? Una piattaforma della community?)
  • Chi scrive i post? Chi cura la pagina facebook? Chi cura l'account twitter? Chi cura Instagram, Pinterest, Youtube, etc.? E a proposito: chi fa foto e video? A Ravenna ha funzionato molto bene che questo ruolo venisse assunto a rotazione da cittadini, che usavano ciascuno il proprio stile
  • Diffusione: a Matera ha funzionato molto bene che il webteam diffondesse con i propri account personali il post dell'account ufficiale, retwittando anche a parole proprie il post, la foto, quello che veniva deciso di portare all'attenzione del mondo
  • Prevediamo un board di coordinamento? Un gruppo di "anziani" della community che moderi, decida, tiri le fila delle discussioni? Ovviamente a rotazione, e nel quale tutte le anime della community siano rappresentate
  • Con quali strumenti ci teniamo piú o meno ordinatamente in contatto fra noi?

3. Come misuriamo l’efficacia di quello che facciamo?

Abbiamo molti strumenti: quelli propri dei sistemi che usiamo (Google Analytics, facebook inside, etc.) ma anche altri pensati apposta: Edgesense, Netnografica. Bisognerebbe mettere insieme un gruppo che fa solo questo: misurare l'efficacia, ed aggiornarci, periodicamente, su cosa ha funzionato e cosa no. E naturalmente occorre definire quali sono i nostri obiettivi macro e micro!

4. Prevediamo la elaborazione di almeno un progetto all’anno tutto nostro, cioè dell’Italia 2019 webteam?
In tutte le community che ho l'occasione di frequentare, ho visto che funziona bene impegnarsi tutti per organizzare almeno una volta all'anno un evento "della community": un raduno, un fare il punto della situazione, dei successi raggiunti nell'anno trascorso, etc. Naturalmente itinerante (unico punto fermo: nel 2019 si fa a Matera) :)

5. Come costruiamo la rete (e la allarghiamo?)
Qui entra in ballo tutto quello che sappiamo e che abbiamo imparato sulla costruzione e gestione di una community online, a cominciare dalla piattaforma digitale che puó ospitarla, da quanto costa, da come deve essere implementata per renderla user friendly ma anche utile, aperta, inclusiva, costruttiva. Qui sarebbe utile addirittura un simil - hackaton (passatemi il termine impreciso) fra progettisti, costruttori digitali, grafici, etc.

Poi sarebbe utile avere qualche regola base, una netiquette specifica. Poche regole ma molto chiare (esempio: tutti devono parlare con voce umana, e rappresentando solo sé stessi. Quindi non si iscrive e non discute con noi "il presidente della Regione" ma solo "Mario Rossi".

TOCCA A VOI!

 

Undefined