CoderDojo a Matera

Ritratto di piersoft
administrator

TEMA: 

Ciao a tutti.

Abbiamo la fortuna di poter organizzare a Matera una giornata dedicata a CoderDojo. C'è anche un blog italiano. Se siamo fortunati la faremo il giorno 23 Maggio presso unMonastery. Stiamo definendo per l'organizzazione e dobbiamo avere alcune risposte logistiche.

Intanto vi riporto un estratto su cos'è CoderDojo:

"Avete mai sentito parlare di CoderDojo? Si tratta di un movimento no profit che mira a sviluppare competenze di programmazione a partire dai 7 anni fino ai 17 per permettere a bambini e ragazzi di creare siti internet e applicazioni per pc, smartphone e tablet.

CoderDojo è nato dall'idea di James Whelan, 19enne studente irlandese noto per aver hackerato l'iPod Nano. Dopo questa impresa, cominciò a insegnare i linguaggi informatici che definiscono la formattazione delle pagine web ai compagni di scuola, ottenendo un notevole seguito. Il successivo incontro con Bill Liao, cofondatore del social network professionale Xing, fece crescere il progetto, attirando studenti anche da Dublino. Nacque l'iniziativa dei dojo.

Chiunque abbia le competenze informatiche adeguate può aprire un "dojo", un termine giapponese che indica il luogo ove si svolgono gli allenamenti alle arti marziali e che significa "luogo dove si segue la via", purché rispetti poche regole e si ispiri al motto “Above all, be cool” (alla larga quindi bullismo e bugie). Nel mondo ci sono oltre 130 dojo in 22 paesi. In Italia il primo è stato fondato un anno fa a Firenze, il secondo a Milano, struttura oggi in grado di proporre un evento al mese (il prossimo sarà il 20 aprile).

"In giro c'è molta diffidenza verso i computer, mentre sono strumenti per aumentare la creatività dei nostri figli", dice Giordano Scalzo, uno dei programmatori promotori del dojo milanese insieme alla pedagogista Barbara Laura Alaimo e Marco Faedo. "Se mi avessero raccontato cosa questi bambini sarebbero stati in grado di realizzare non ci avrei creduto - racconta Scalzo - In un paio di ore sono in grado di apprendere la programmazione a livelli, la gestione delle immagini in movimento, degli eventi e l'interazione di questi con i suoni". (il testo completo lo trovate qui)

Il corso verrà suddiviso in due sessioni. La prima per adulti, insegnanti, maestre, membri LUG, membri gruppi Arduino e tutti gli interessati. Queste persone saranno poi "mentori" per la sessione pomeridiana dove l'idea è di riunire una 30ina di bambini/ragazzi dagli 8 anni in su e dove ci saranno quindi tavoli di lavoro.

Useremo come strumento Scratch, un software molto diffuso e semplice da usare. Questo aiuterà molto i ragazzi a "programmare" giochi senza dove avere competenza specifiche. Anzi divertendosi e giocando. La mia idea, che più che altro è una speranza, è che i docenti possano poi applicare queste conoscenze per una didattica nuova, magari anche a scopo terapeutico in alcuni casi disabilità o disturbi apprendimento ect. Se riusciamo a creare una comunità locale che rimane nel tempo, cresce e si sviluppa, avremo fatto una bella cosa anche per il futuro dei nostri ragazzi. Inoltre secondo me si possono creare figure "professionali" nuove che possano fare accordi con scuole per docenze e percorsi formativi ad hoc. Non sarebbe male no?

Docente: Carmelo Presicce (che odia farsi chiamare docente, ma per modestia..leggete qui)

Quindi in sintesi:

Scratch e’ un nuovo linguaggio di programmazione che rende semplice creare storie interattive, giochi e animazioni, e condividere le tue creazioni con gli altri del web.

Scratch e’ sviluppato dal Lifelong Kindergarten research group dei Media Lab dell’MIT (http://llk.media.mit.edu).

Obiettivi del corso

I più giovani, mentre creano e condividono progetti in Scratch, sviluppano al contempo importanti capacità legate alla progettazione e al problem-solving, al pensiero creativo, al ragionamento sistematico e al lavoro collaborativo.

Durata del corso:

6-8 ore (2 sessioni da 3-4 ore il giorno 23 Maggio presso unMonastery Palazzo del Casale).

Per ovvi motivi organizzativi vi chiedo la cortesia di invitare professori/maestre ect, amici tecnologici ect. e dirgli di rispondere qui sotto per la loro adesione.

Poi servono bimbi per il pomeriggio. Magari gli stessi docenti portano le loro classi? oppure che proponete?

ps: vi allego un promo di scratch per capire concretamente di che stiamo parlando

Undefined

18 Commenti

Ritratto di Ida Leone

La differenza fra il dire e il fare é il fare :) Bravo Piero! Se avete bisogno di me, sono qua.

Marcello, bentornato! visto che per garantire la riuscita della giornata piú bimbi e genitori ci sono, meglio é, se hai in mente qualcuno a cui potrebbe interessare, diffondi pure. 

Ritratto di Ida Leone

Benvenuta fra noi, Maddalena (nome che mi é molto caro!) 

Se puoi, diffondi l'iniziativa fra le tue amiche che potrebbero essere interessate. Tutti possiamo contribuire ;)

Ritratto di luca

Anche io ci sarò. Conoscevo Scratch, e ho conosciuto recentemente anche chi ha lavorato al suo sviluppo al medialab del mit. 

L'idea dello strumento è fantastica e a parte il lato di "programmazione" credo che sia uno strumento utilissimo per l'educazione, la formazione e l'autoscouting dei propri talenti, sicuramente per tutte le età!

Grande Piero!

Luca

Ritratto di michele ventrelli

Come Ds della Pascoli, come papà e come curioso ci sarò. L'avviso è stato dato anche in Collegio dei docenti, ma la partecipazione sarà difficile. Nel pomeriggio cercheremo di inviare qualche piccolo smanettone...

Ritratto di Alberto Cottica

Michele Ventrelli, mi ha detto Piero che eri presente e che hai fatto dei ragionamenti sul potenziale educativo di CoderDojo e altre iniziative simili. Ti posso chiedere di raccontarci  le tue impressioni? Siccome questa missione di Piero ha già una tonnellata di commenti, ti propongo di farne una nuova. si fa così:

  1. Vai qui.
  2. Cerca la missione "Condividi un'esperienza per vincere" e clicca su "Subscribe to group" (Forse vedrai "Iscriviti al gruppo" in italiano, dipende dal browser).
  3. A questo punto la missione ti compare in un blocco a destra che si chiama "Riprendi la parola". Clicca sul titolo, cioè su "Condividi..." per creare la missione.

Se hai problami chiedi a chiunque, saremo contenti di aiutarti. 

Ritratto di 16paoli

Alla Pascoli ci stiamo preparando
4 ottobre una intera giornata è dedicata al Big del CoderDojo certamenteun evento in Italia ma forse anche in Europa. Quasi mille bambini, schierati davanti ad un portatile per dare inizio alla più importante rivoluzione. Partendo dal basso, dai ragazzi Ci vuole impegno e partecipazione di tanti per far fronte alla sua elefantiaca organizzazione. Portatile, ciabatta e appuntamento per tutti mercoledi 17 alle 15,30. E' una delle ultime prove generali prima dell'esplosione.