1a edizione MATERA ROCK FESTIVAL!

Ritratto di Massimo

TEMA: 

Salve ragazzi apro questa missione per raccontarvi questa mia idea che è stata stimolata dalla venuta del grande leader degli Aerosmith,Steven Tyler.Premetto che non sono un grande intenditore di rock,ma è una musica che ascolto e mi sono detto,visto che ho sentito più volte parlare di rock festival a Matera ma non si è mai fatto niente,perchè non andare fino in fondo questa volta e realizzarlo concretamente.D'altronde basta poco,basta la forza di volontà ed un'associazione che promuova l'organizzazione ed in questo caso c'è,è l'associazione che presiedo si chiama 'Memoria e Fantasia',un'associazione di promozione sociale che per statuto quindi può organizzare anche manifestazioni musicali che valorizzino il territorio.Però non abbiamo molti fondi,quelli che abbiamo li investiamo nel fare l'ecomercatino nelle piazze(per intenderci è un mercatino di vendita occasionale,non commerciale,dell'usato,baratto,scambio,quindi si possono vendere a prezzi accessibili roba usata,realizzata a mano,mobili ecc.),e quindi abbiamo bisogno di un sostegno economico e di idee da parte di tutti quelli che vorranno darci una mano.Anche su input di Piero ho pensato che aprire una missione qui poteva essere una buona occasione per avere nuovi spunti e suggerimenti.Vorrei impostarlo in questo modo:per l'organizzazione ci vuole tempo,potrebbe farsi per l'anno prossimo,ma prima ci si lavora su e prima si può fare,da settembre cominceremo ad incontrarci; vorrei realizzarlo in un luogo caratteristico della città perchè il fine dovrà essere la promozione e valorizzazone dei nostri splendidi luoghi che non siano sempre e solo i Sassi,e quindi avrei pensato ad un luogo che non viene mai citato:la cava della Palomba; dovrà essere una festa e non un concorso,senza un premio in palio,ma con il solo intento di promuovere oltrechè le risorse fisiche anche umane e quindi i nostri talenti locali,band lucane che facciano musica propria e non cover; far esibire nel finale qualche ospite rock di rilievo nazionale,cominciando dal basso per la prima edizione,se i risultati ci rideranno potrà crescere sempre di più con ospiti di calibro internazionale.Non ho fatto conti su costi e cosi via,poichè da settembre ci metteremo per questo a tavolino.Naturalmente il tutto gioverebbe alla candidatura a capitale della cultura.Quindi,sarebbe preferibile se le istituzioni siano dalla nostra parte per quanto riguarda tutte le autorizzazioni del caso.

Questo è il gruppo che ho creato a riguardo,venite a dire la vostra: https://www.facebook.com/?ref=tn_tnmn#!/groups/543355735714026/

Questa è invece la nostra pagina di Memoria e Fantasia: https://www.facebook.com/?ref=tn_tnmn#!/memoriaefantasia

Undefined

2 Commenti

Ritratto di Alberto Cottica

Massimo, è da un po' che non frequento il mondo dei festival musicali. Quando ancora li frequentavo, devo dirti, coinvolgere band locali senza una rete di protezione d'acciao era un pessima idea. Perché:

  1. rende più difficile attirare pubblico
  2. rende più difficile atttirare sponsor
  3. quando le band locali sono una grande parte dell'offerta del festival, in genere finisce con band locali che "ascoltano" altre band locali (in realtà stanno aspettando il loro turno di andare sul palco), con poco pubblico vero. Siccome le band locali aspirano, giustamente, a esibirsi davanti a pubblico vero, questa finisce per essere una situazione che lascia tutti insoddisfatti.

Comunque, non fidarti di me. Parla con chi organizza tanti concerti; per esempio l'Onyx, o i ragazzi del circolo Linea Gotica a Ferrandina, o il potentino Nico Ferri che ha fatto per anni il Pollino Rock Festival...