2019 Piantiamola! 100.000 alberi a Matera ||| Con Al Parco più alberi meno CO2

Ritratto di ROCCO PERRONE

TEMA: 

Al Parco è la rivista dei Parchi della Basilicata. E' un free press trimentrale bilingue distribuito in tutti i Decathlon del Sud Italia.
Dal 2011 stiamo portando avanti il progetto "Per ogni abbonamento un albero piantato" che ci ha permesso fino ad ora di piantare oltre 600 alberi autoctoni nei 4 Parchi naturalistici della Basilicata.

Dal 2013 abbiamo avviato un'altra iniziaitiva grazie alla quale pianteremo allberi per compensare la CO2 prodotta dagli eventi che decidono di entrare nel circuito degli EVENTI GREEN. ( Come diventare un Evento Green ).

Vorremmo darvi una mano nel realizzare "2019 Piantiamola! 100.000 alberi a Matera".

Come? Piantando a Matera tutti gli alberi di Al Parco dal prossimo ottobre fino al 2019!
Immaginate se lo avessimo già fatto? Ora avremmo un bosco di 600 alberi!

Undefined

39 Commenti

Ritratto di Pio Acito

Assolutamente bello, coerente, da fare subito subito.

Mettiti in contatto con il sottoscritto così diamo corpo a questa idea dall'ottobre prossimo.

Chiediamo al Sindaco la disponibilità di una area, affidiamo l'area ad una scuola, Legambiente da il supporto associativo e di organizzazione, Community sostiene e diffonde il progetto.

Giusto Permorbido?

Ritratto di piersoft

Giusto San Pio.

facciamo subito uno studio di fattibilita' sul luogo migliore e partiamo per sottoporlo alle istituzioni e iniziare i lavori

Ritratto di Massimo

Sono d'accordo perchè va di pari passo col progetto di Pio,andiamo avanti a tutta birra senza buttarla nel verde :D

Ritratto di piersoft

Aggiornamento.

Abbiamo presentato il progetto al capo gabinetto del Comune, Roberto Cifarelli. Entusiasta ci ha chiesto ragguagli sullo splittamento competenze, costi, location. Insieme ovviamente all'ass. all'Ambiente Rocco Rivelli, che avevmo già coinvolto nel progetto originario di Piantiamola 2019

Pio Acito e Legambiente hanno individuato un'area di circa un ettaro in cui piantare i primi 120 al alberi donati dalla rivista Al Parco. Questi alberelli saranno piantati con l'aiuto dei tecnici comunali, che provvederanno alle buche, recinzioni ect

Contemporaneamente legambiente sarà il link per educare al processo di imboschimento 120 bambini di scuole elementari, che oggi fanno la prima e che al termine del loro ciclo scolastico, porteranno simbolicamente nel 2019 questi alberelli.

ovvimente se ne aggiungeranno ogni anno altri. Se riusciamo gli abbonati della rivista avranno una targhettina ad identificare il proprio alberello.

il tutto affiancato da una infrastruttura tecnologica che comprendera' webcam, sensori di crescita, umidita', allarme incendi , stazione metereologica, piccolo blog in cui inserire tutti i dati e webcam e che rilascerà anche tali informazioni in formato OpenData e che i bambini delle scuole, aiutati dalle loro maestre, useranno come diario per tracciare la loro esperienza sul campo.

il costo è spalmato negli anni e sembra che si riesca ad avere copertura. Tutto in funzione della candidatura di Matera 2019 ma soprattutto se la cosa prende piede si arriverá ad un progetto piu' grande e quindi ai famosi 100.000 alberi iniziali di cui parlava Pio Acito.

prossimo step: incontro tra i tecnici di legambiente in coordinamento con i tecnici comunali E la rivista al parco.

Ritratto di Ilaria d'Auria

Non c'è niente da aggiungere se non un COMPLIMENTI e grazie dell'aggironamento. La tenacia, la community e il positive-thinking non hanno pari quando si tratta di realizzare le cose. Mi raccomando, documentiamo e facciamo un bel tapage mediatico. La comunità, online e offline, vi sarà grata di tutto cio!

Ritratto di Pio Acito

Quello, il Piersoft, è una zecca strana:si attacca e non succhia .... spingeeee!

A novembre mettiamo a terra, anzi doniamo alla Terra, 120 nuovi alberi di AlParco. Iniziamo così, con i bambini di 5 classi di prima elementare di diverse scuole della Città; Legambiente presenta i progetti alle scuole in questi giorni, in maniera da avere le adesioni da subito - a metà settembre- con l'apertura; crediamo che le maestre debbano dedicare almeno due giorni al mese allo "svezzamento" sia dei bambini che del progetto, un giorno in classe ed un giorno al parco di Serra Rifusa, nella classe all'aperto.

Rocco Perrone ci darà i nomi degli abbonati (che vorranno) in maniera da "legare" piantina-bambino-abbonato ed invitare l'abbanato al rinnovo perchè la piantina ha bisogno di essere sostenuta a lungo!

I bambini dovranno tenere un report puntuale delle attività sia interne che esterne; la mia idea è che debbano fare un e-book in progress, una diario sul web; ogni classe ha il suo e 5 classi fanno un bel casino di materiale che gira (foto, misurazioni, disegni, ricerche, stop-motion, etc). Sarà utile la web camera sul nuovo bosco gestita dalla classe, la mattina appello della maestra ed occhiata alle nuove piantine.

Legambiente segue il tutto, il che vuol dire che un paio di nostri attivisti sono impegnati 10 giorni al mese per 4-5 ore ognuno dei giorni stabiliti. Se, come pensiamo, le classi aumenteranno, aumenterà il nostro impegno.

Le altre cose che abbiamo in mente sono segretissime e le sveleremo dopo l'assemblea plenaria con tutti i bambini, solo se sono d'accordo però!

Ritratto di Massimo

Vivi complimenti a Rocco Perrone e Pio Acito,è la dimostrazione che quando ci si unisce le cose funzionano,sarà felicissimo di contrbuire al progetto,cercando di coinvolgere alla causa la mia associazione 'Memoria e Fantasia'!

Ritratto di Robertocif

Fatto incontro con Pioacito e Marcesantantonio.

Nei prossimi giorni (prima di ferragosto) il Comune invia lettera al Dip Ambiente della Regione per chiedere incontro di presentazione della proposta sul Piano Forestazione per il rimboschimento di 1.580.000 mq di territorio comunale ai margini della città.

Indipendentemente dall'incontro in Regione (e dal suo esito per i mesi successivi)...si programma la piantumazione c/o parco Serra Rifusa dei primi 120 alberi previa attività di formazione con le scuole a cura di Legambiente.

I fondi contiamo di recuperarli (piano piano) dalle spese x investimenti del comune.

Insomma...adelante adelante...

Ritratto di piersoft

Come antipasto o se preferite contorno o companatico al progetto piantiamola e piantiamola light, nei prossimi giorni parte un'altra bella iniziativa che il comune sforna dal cappello: "Bacheca del Futuro"

a breve per i dettagli che sara' roberto a rendere ufficiali. 

Ritratto di Pio Acito

Ottima la data e la proposta di incontro tra tutti i protagonisti, ancora non mi risulta che il Comune abbia deliberato in merito.

Quali alberi? questi - alberi e arbusti - vanno tutti bene:

 

Acero (Acer campestre)

Acero minore (Acer monspessulanum)

Albero di Giuda (Cercis siliquastrum)

Amareno (Prunus cerasus)

Azzeruolo (Crategus azarolus)

Bagolaro (Celtis australis)

Carpino orientale (Carpinus orientalis)

Carrubo (Ceratonia siliqua)

Ciliegio canino (Prunus mahaleb)

Fico (Ficus carica)

Gelso (Morus spp.)

Leccio (Quercus ilex)

Ligustro (Ligustrum spp.)

Olivastro (Olea europaea var. sylvestris)

Orniello (Fraxinus ornus)

Perastro (Pyrus pyraster)

Pino d’Aleppo (Pinus halepensis)

Robinia (Robinia pseudoacacia)

Tamerice (Tamarix gallica)

Biancospino Acero (Crategus monogyna)

Fillirea (Phillyrea latifolia)

Lentisco (Pistacia lentiscus)

Melograno (Punica granatum)

Spinacristi (Paliurus spina-christi)

Ginestra (Spartium junceum)

Prugnolo (Prunus spinosa)

Atriplice (Atriplex halimus)

Ritratto di Ilaria d'Auria

Si sta rianimando la Community dopo la (lunga) pausa estiva! Che bello... 

Secondo voi è utile chiedere al nostro fantastico Piersoft di creare un calendario di eventi condivisi che nascono sulla Community?

Ritratto di Pio Acito

Piermorbido fa il calendario per ora, ma per l'anno 2014 scelgo io i soggettoni mese per mese e la foto del paginone :-))))

 

Ritratto di Alberto Cottica

Ho una domanda: avete già individuato DOVE dovrebbero stare questi alberi? E dove sono stati piantati quelli che sono stati piantati? C'è una mappa da qualche parte?

Ritratto di piersoft

proprio in questi giorni Roberto Cifarelli, Pio Acito, stanno definendo il luogo a Serra Rifusa e insieme AL Parco, il tipo di alberelli da piantare. Appena si definisce il luogo, lo mapperemo/anno.

Ritratto di Pio Acito

Credo che sabato 23 novembre vada bene per piantare gli alberi, mi auguro un bell'autunno piovoso  ...... i primi 120 alberi vanno nel parco di Serra Rifusa come abbiamo detto diverse volte ed abbiamo anche indicato le essenze da mettere a Terra.

Nessun problema con la scuola di via Lucrezio, così come nessun ulteriore contatto con il Comune, ed in effetti NON può essere che dobbiamo essere sempre noi a farci vivi, credo che l'interesse debba essere anche della Amministrazione che ad oggi non è stata in grado di "tingere una sola carta" sul tema.

Mi aspetto richiami alla pazienza .....

 

Ritratto di Pio Acito

Il parco è qui.

La storia di questo parco è travagliata .... è cosa buona che sia utilizzato dai bambini della scuola di via Lucrezio e che loro si facciano carico di crescere assieme ai loro alberi ... una vera comunità di viventi diversi.

Ritratto di Pio Acito

PIANTIAMOLA 2019 .... si avvicina la festa dell'albero che a Matera sarà sabato 23 novembre al Parco di Serra Rifusa.
Io ho comprato il mio di albero e lo ho dedicato/affidato ai miei nipoti perchè il futuro è roba loro.
Bravò alla rivista AlParco per il grand econtributo che stanno dando.
Bravò alla Legambiente di Matera che sta raccogliendo i semi e le ghiande e che si farà carico del progetto di adozione.
Bravò al Comune che sta investendo sul progetto.
Bravò al Comitato Matera2019 che sta nel progetto.
Bravò ai bambini e ragazzi della scuola di Serra Rifusa che pianteranno materialmente gli alberi.
Ritratto di Ida Leone

La presente per comunicare che anche la sottoscritta ha acquistato due quercus cerris (spero il nome sia giusto) da piantare a Serra Rifusa. Uno porterà il nome mio e di mia sorella, l'altro quello dei miei genitori. Non ho figli, e non ne avrò, quindi perpetuo il nome delle persone cui tengo di più al mondo :)

Come ho scritto su FB, adesso di alberi ne mancano solo 99.998. Ce la possiamo fare!! :D

Ritratto di Pio Acito

Ieri i nostri piccoli della banda del cigno -Jacopo e Martina-, in località Malvezzi nel Parco della Murgia, hanno raccolto un cinquecento ghiande di fragno .... saranno scambiate con un centinaio di giovani alberi nel vivaio della Provincia e saranno piantati il 23 novembre prossimo ...... noi ai piccoli, oltre a lavargli le 'recchie, gli facciamo pure il lavaggio del cervelletto. PIANTIAMOLA!

Ritratto di piersoft

Bene. Finalmente si parte. Oggi 22.11 ci sarà conferenza stampa e domani inizia la piantumazione. Per gli amanti di OpenStreetMap la zona è  http://t.co/0wem725n1V

Ricordo a tutti che l'hastag ufficiale è #piantiamola2019 e durerà da oggi in futuro. Ho creato lo script che collezione i tweet. Parte oggi.

E' carino avere il ricordo nel tempo. il link è http://goo.gl/BMr4Op

Infine immaginate la cosa tra 10 anni:

Ritratto di dr.kenz

ciao a tutti! non so quanto vado OT da questo thread, ma...

avendo visto da vicino la frana a Montescaglioso e andandoci spessissimo, ho pensato: e se allargassimo il progetto a Montescaglioso?

Nessuno può negare che se invece di concessione edilizie in quella zona avessero piantato alberi negli ultimi 20 anni, molto probabilmente la frana avrebbe fatto molti meno danni... quella strada è diventata fondamentale per l'economia del paese, visto anche lo stato in cui versano altri tracciati (Matera-Montescaglioso a parte, le “curve“ per intenderci) 

Si dovrebbe partire allo stesso modo con un progetto veloce, che rientri comunque sotto l'ala di Matera2019, nelle scuole primarie e insieme all'Amministrazione comunale individuare le aree su cui piantumare (compresa quella della frana, ovviamente, passata l'emergenza...)

che ne pensate?

 

 

 

Ritratto di Pio Acito

Mi sembra una buona cosa, una roba di buon senso.

La vecchia strada che sale con le curve verso Montescaglioso "tiene" perchè è assecondata da un rimboschimento degli anni '70 e nonostante la scarsa manutenzione ora sopport il carico automobilistico che la nuova strada, oramai inesistente, non può più reggere.

Quei cretini degli ambientalisti predicano da decenni il "piantare alberi" ma sono ritenuti dei provocatori antimodernità.

Continua la mia preoccupazione per "PIANTIAMOLA 2019" perchè il Comune di Matera NON è stato ancora in grado di chiedere ufficialmente alal Regione Basilicata l'inserimento di Aia del Cavallo e di Matine nei piani regionali di forestazione.

Forse il Comune pensa di giocarsela con il patrocinio alle scuole ed a Legambiente per il Parco urbano di Serra Rifusa, se così fosse, vorrebbe dire che il Comune NON vuole capire la sostanza del progetto.  

Solo affrontando pubblicamente e seriamente i piani di forestazione e destinando a questi la maggior parte delle risorse delle royalties del petrolio si può e si deve inserire anche l'area perimetrale di Montescaglioso. Aggiungo che il centro urbano di Bernalda è tutto circondato da frane attive e che aspettiamo eventi tragici a breve.

Nulla di serio si muove, tranne i nostri bambini con i loro alberelli.

Ritratto di dr.kenz

ti ringrazio per il tuo intervento, Pio! mi sembra di capire (oltre a non aver avuto altre risposte... :-) ) che non ci sono certezze sul prosieguo dell'iniziativa a Matera, o sbaglio? Nel frattempo la proposta fatta a un paio di associazioni a Montescaglioso è stata accolta più che favorevolmente, spero che la cosa proceda ugualmente appena passata l'emergenza

Ritratto di Raffaella Sacco

La proposta di Pio è davvero qualcosa di meraviglioso! Cerco di farla inserire anche nel programma del candidato sindaco di Potenza del M5s...magari riusciamo ad esportare anche nel capoluogo un'idea così bella!!! 

Ritratto di Pio Acito

In questi giorni la Regione Basilicata approva il piano regionale di forestazione.

E' Assolutamente necessario che il sig. SINDACO chieda ed ottenga di inserire la città di Matera ed il progetto PIANTIAMOLA 2019 nel piano regionale, se NON sarà fatto ciò vorrà dire che il progetto NON può essere realizzato ......

le conseguenze per il PIANETA TERRA saranno terribili, ci saranno nei prossimi anni SOLO le poche centinaia di alberi che Legambiente ed i suoi amici riuscirà a piantare ma NON potranno esserci i due boschi con 100mila nuovi alberi .....

NOI saremo terribili con le nostre conclusioni!

Il rischio è altissimo, nella Città di Matera di certo ci saranno centinaia di migliaia di metri cubi di cemento in più e NON ci saranno i 100mila alberi compresi nel progetto 2019.

Ritratto di Raffaella Sacco

Ho appena sottolineato a Gianni Leggeri e Gianni Perrino in Regione la necessità di appoggio alla tua lodevole iniziativa! Attendiamo l'intervento di Adduce